Translate

mercoledì 27 agosto 2014

Crepes integrali

Queste crepes le ho fatte con la farina di tumminia (timilia) è una farina integrale di grano duro biologico siciliano, non privato del germe, molito a pietra naturale. Ho usato questo tipo di farina perchè sto cercando di eliminare le farine raffinate dalla mia alimentazione (o per lo meno ridurre il consumo), quando non mangio prodotti raffinati mi sento molto meglio e sto imparando ad ascoltare il mio corpo. Usata per la preparazione della schiacciata che ho già postato, allora mi è stato chiesto che tipo di farina fosse perché molti non la conoscono.
Se non l'avete potete sostituirla con un'altra farina integrale, semintegrale, 0, 00 in generale con qualsiasi altro tipo di farina

Ingredienti (A me sono venute 9 piccole crepes con queste dosi, quelle che vedete nel piatto):
Acqua q.b
2 cucchiai di olio di semi
(Facoltativo: un pizzico di zucchero o sale (in base a come decidete di farcirle). Aggiungete un pizzico di bicarbonato se non vi piacciono piatte, verrano leggermente gonfie).
Io l'ho farcita con la veghella e sopra una spolverata di pistacchi tritati.

Preparazione:
Unite alla farina il latte, l'olio e l'acqua quanto basta fino a formare un composto liscio non troppo liquido e nemmeno troppo denso.
Sciogliete tutti gli eventuali grumi con una frusta.
Fate riposare 10 minuti, dopodicchè iniziate a riscaldare una padella antiaderente o una crepiera e stendete la pastella (io ho usato una padella in pietra e per questo motivo non ho unto la padella, se usate un'altro tipo di padella e le crepes vi restano attaccate sul fondo oliate la padella con l'olio evo). Fate cuocere da entrambi i lati per pochi minuti, quando sono un po' dorate toglierle dal fuoco, fate raffreddare e farcire a piacere.

martedì 19 agosto 2014

Parfait di mandorle


Il Parfait di mandorle è un semifreddo tipico siciliano a base di panna e mandorle.
Lo amavo da onnivora!! La versione originale ha negli ingredienti le uova, quindi da vegan, mi sembrava un dolce difficile da riprodurre e non avrei mai immaginato di poter fare una versione crueltyfree!! Invece, eccolo qui, oltre che buono è pure semplicissimo da fare! ;)

Ingredienti:
100 g di granella di mandorle
200 ml di latte di mandorle


Caramellare la granella di mandorle con lo zucchero di canna mettendoli entrambi in una padella a fuoco basso. Mescolate con un cucchiaio di legno, nell'arco di 25 minuti, quando le mandorle assumeranno un colore ambrato, toglierle dal fuoco.
Unite la farina di mandorle con il latte di mandorle, su un pentolino a fuoco basso, al primo bollore aggiungete 80 g di mandorle caramellate e lasciate raffreddare. I 20 g di mandorle caramellate li ho disposte in superficie in maniera tale da avere un po' di decoro.
Prendete dal frigo la panna vegetale e le fruste per montarla (devono essere entrambi freddi).
Montate la panna e aggiungete ad essa il composto precedentemente preparato e fatto raffreddare, amalgamate bene ed inserite nello stampo. Riponete in frizer per circa 5 ore. Prima di servirlo lasciatelo scongelare un po', quando sarà morbido (ma non troppo), tagliatelo a fette ed impiattate. Decorate con cioccolata fondente fusa o con scaglie di cioccolato, mandorle o pistacchio. 

martedì 12 agosto 2014

Cotolette di Melanzane

Ciao ragazzi/e! Fare una panatura perfetta, senza uova, è moolto semplice, per farla servono pochi ingredienti.
In questa ricetta non metto le quantità perchè bisogna andare ad occhio e in base a quante fette di melanzane dovete cuocere.

Ingredienti:
Melanzane
Farina di ceci (potete utilizzare qualsiasi altro tipo di farina).
Acqua

Preparazione:
Lavate le melanzane e mettetele a sgocciolare con il sale per circa un ora e mezza.
Asciugatele. Preparate una pastella densa e cremosa con acqua e la farina.
In un piatto mettete del pangrattato e conditelo con le spezie, fate lo stesso con la farina di mais.
Iniziate immergendo la melanzana nella pastella poi passatela nel pangrattato, una seconda volta nella pastella e per finire nella farina di mais. Ripetete il procedimento per tutte le altre fette
In una padella antiaderente con un filo d'olio evo, mettete a cuocere le melanzane, fatele colorare entrambi i lati, una volta cotte mettetele in un piatto ad asciugare con della carta assorbente. Servite calde (ma sono ottime anche fredde) accompagnate con una spruzzata di limone oppure con soyanese e ketchup. Buon ferragosto!!

martedì 5 agosto 2014

Tortino di patate con ragu di soia

Ingredienti:

300 g di patate
250 g di farina di ceci
250 ml di olio evo
pizzico di: sale, curcuma, origano,
pepe bianco e pepe nero.
acqua q.b.

Preparare un composto dalla consistenza cremosa con farina di ceci e acqua, amalgamare bene eliminando tutti gli eventuali grumi e condirlo le spezie.
Tagliate le patate molto sottili con un pelapatate, immergerle nell'olio evo e condirle. Fate riposare entrambi 2 ore. Passato il tempo di riposo disponete in un contenitore a strati, iniziando con una parte di patate con l'olio, uno strato con la crema di ceci, patate, crema di ceci e l'ultimo strato di patate e olio. Inserite in forno per 30 minuti a 180゜.

Per il ragù di soia (non metto le dosi, fate ad occhio, se vi avanza potete conservarlo in frigo per un paio di giorni).

Ingredienti:

Granulare di soia
Pisellini
cipolla
aglio
olio evo
acqua q.b
sale e pepe

Reidratare il granulare di soia nell'acqua, lasciandolo all'incirca 20 minuti
Scolare e metterlo su un panno per asciugarlo bene.
Preparare il soffritto con olio evo, cipolla, aglio, sedano. Aggiungere: il granulare di soia, una spruzzata di vino, la passata di pomodoro e condire con sale e pepe. Cuocere per 20 minuti.

Tagliare il tortino una volta freddo, condirlo con il ragù e servire. Buon Appetito.